Username:
Password:
Entra
Cerca
area riservata
cerca nel sito

Riconoscimento di nuove Scuole

Le Scuole o le Agenzie di formazione che volessero richiedere   all'AICCeF il riconoscimento come Scuola di formazione in Consulenza Familiare, ai sensi dell'art.5 del Regolamento Generale dell'Associazione, devono attenersi a quanto di seguito indicato.

L’Associazione Italiana Consulenti Coniugali e Familiari  (A.I.C.C.e F.)

PREMESSO

-Che ritiene  essenziale che le Scuole di Formazione in Consulenza Familiare seguano criteri omogenei nella formazione della Consulenza familiare, sia nei contenuti generali e metodologici della didattica impartita agli allievi, sia nella preparazione teorica e pratica degli aspiranti diplomandi in Consulenza Familiare;

-che considera fondamentale, per la salvaguardia e la tutela della professione di Consulente della Coppia e della Famiglia, che i Diplomi rilasciati dalla Scuole di formazione siano aderenti ai principi dello Statuto dell’AICCeF, qualificanti ai fini della professione di Consulente della coppia e della famiglia e rispecchino gli standard qualitativi e di qualificazione professionale della Consulenza Familiare;

-che riconosce che la legge 14 gennaio 2013, n.4, recante “Disposizioni in materia di professioni non organizzate”, ha introdotto nuove regole per la disciplina delle professioni intellettuali non organizzate in ordini o collegi, per coloro che liberamente le esercitano e per le Associazioni professionali che tutelano tali professionisti e che la suddetta normativa ha imposto alle Associazioni professionali di vigilare sui propri iscritti al fine di  garantire i clienti consumatori sulla regolarità dei titoli di studio e dei diplomi professionali posseduti dai professionisti e di vigilare sull’applicazione degli standard qualitativi professionali degli iscritti all’Elenco professionale;

RICHIEDE

alla Scuola di formazione in consulenza familiare, che si propone per il riconoscimento da parte dell’AICCeF come Scuola aderente, di aderire ai principi ed alle regole concordate e contenute nel

.CODICE DI AUTOREGOLAMENTAZIONE DELLE SCUOLE IN CONSULENZA FAMILIARE ADERENTI ALL'AICCeF.

In particolare:

Il percorso di formazione in Consulenza Familiare deve essere di durata  triennale con almeno 600  ore complessive di formazione, comprensive di:  

  • Formazione personale attraverso Training Group o Gruppo Esperienziale
  • Almeno un  seminario residenziale  per ogni annualità
  • Teoria, metodologia e tecniche di consulenza familiare all’individuo, alla coppia e alla famiglia;
  • Addestramento pratico, con lavori di gruppo, simulate, specchio unidirezionale, supervisione e studio di casi di pratica professionale ;
  • Valutazione della formazione in itinere  e valutazione finale, con  verifica delle competenze professionali a fine corso e con discussione di una tesi per il conseguimento del diploma.

 

L’Associazione A.I.C.C.eF. offre alla Scuola convenzionata le seguenti opportunità:

  1. inserimento nel sito “www.aiccef.it”, nell’elenco delle Scuole riconosciute
  2. visibilità nazionale
  3. accesso informativo alle iniziative di studio  e ricerca sulla consulenza familiare
  4. competenze interdisciplinari
  5. possibilità di pubblicazioni sulla rivista “Il Consulente Familiare”.

 

L’Associazione A.I.C.C.eF.:

  1. riconosce a coloro che acquisiscono il Diploma presso una Scuola riconosciuta la qualifica professionale di Consulente della Coppia e della Famiglia;
  2. consente, ai suddetti diplomati, di iscriversi all’Associazione in qualità di Soci Aggregati  e di far parte dell’Elenco dei professionisti, detenuto dall’AICCeF, in qualità di  Consulente della coppia e della famiglia in formazione;
  3. è tenuta a verificare, con idonea frequenza, l’aderenza del percorso didattico di ogni Scuola ai principi stabiliti dal Codice di Autoregolamentazione su citato;
  4. richiede alle Scuole di formazione aderenti una quota associativa annuale, che ammonta a € 150,00,  e per le scuole con oltre tre corsi a € 250,00, come da delibera del Consiglio Direttivo del 30 gennaio 2010.

 

Procedimento di riconoscimento.

L’Aiccef ricevuta la domanda di riconoscimento, compilata su modello approvato, avvia il procedimento di riconoscimento, che inizia con la verifica dei presupposti di base e dell’aderenza del progetto formativo ai principi del CODICE DI AUTOREGOLAMENTAZIONE,

Accertati i presupposti richiesti, verrà effettuata una visita ispettiva  presso la sede della Scuola volta a verificare gli stessi.

Il procedimento continua  con la valutazione di tutto il percorso formativo triennale e si conclude con la Delibera di riconoscimento del Consiglio Direttivo dell’AICCeF.

La Convenzione di adesione si riterrà  valida fino a che le condizioni di stipula iniziale saranno mantenute inalterate

Le spese della visita ispettiva e di quelle amministrative sono a carico della Scuola richiedente. L’Associazione si riserva di fare visite ispettive periodiche con lo scopo di verificare l’attualità dei requisiti.

 

Il processo di adesione all'AICCeF inizia con la presentazione di una domanda di riconoscimento e si perfeziona con la delibera del Consiglio Direttivo.

La domanda di riconoscimento, compilata sul modello qui di seguito indicato, va inviata per posta raccomandata alla Segreteria AICCeF, via Tolosano 60, 48018 FAENZA.

Domanda di riconoscimento all'AICCeF di una Scuola di Formazione

 

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK

Loading…